Giovanni Fileni

FOUNDER E PRESIDENTE DI FILENI ALIMENTARE

FILENI E' LA PRIMA AZIENDA AL MONDO NEL SETTORE DELLE CARNI AD OTTENERE LA CERTIFICAZIONE B CORP
DAL 2020 GLI STABILIMENTI PRODUTTIVI DEL GRUPPO SONO CARBON NEUTRAL
IL 100% DELL’ENERGIA ELETTRICA CHE FILENI ACQUISTA PROVIENE DA FONTI RINNOVABILI
NOMINATION
IMPRESA

Breve biografia

La storia di Fileni è legata a doppio filo a quella del suo fondatore: Giovanni Fileni nasce a Monsano, nelle Marche, il 28 Gennaio 1940, ultimo di tre fratelli, da una famiglia di mezzadri nella campagna della Vallesina.

Non potendo completare la scuola media, a 14 anni, inizia a lavorare come meccanico in una officina artigianale di motociclette, settore nel quale crea una piccola società nel 1958, appena diciottenne. Nel 1965 inizia ad interessarsi al settore degli allevamenti avicoli così, pur continuando a svolgere l’attività di meccanico, inizia a sperimentare il primo sistema di allevamento di animali da cortile nelle campagne di Monsano, vicino alla casa di famiglia. Un anno dopo costruisce il primo capannone per l’allevamento di 5000 polli da vendere porta a porta alle casalinghe della Vallesina.

Nel 1967, a Jesi, con l’aiuto della moglie Rosina, apre il primo negozio di vendita diretta di polli.Nel giro di 14 anni i negozi diventano 48 e i capannoni di allevamento 15, per un totale di 21.000 metri quadrati. Nel 1968 viene costruito il primo mattatoio. L’esperienza accumulata a contatto diretto con il consumatore si rivela fondamentale per capire le trasformazioni sociali in atto le quali si rispecchiano inevitabilmente in nuove esigenze da parte dei consumatori. Prende così  il via uno degli aspetti più importanti della Fileni di oggi, la commercializzazione di prodotti pronti.

Alla fine degli anni ottanta, Giovanni Fileni intuisce e interpreta prima di altri il passaggio dalla commercializzazione al dettaglio alla grande distribuzione. Chiude la catena di negozi ecostruisce nel 1989 uno stabilimento per prodotti pronti a Cingoli, nelle vicinanze di Jesi. Nel 1995 l’imprenditore decide di costruire un nuovo mattatoio più grande, dando vita alla filiera completa della lavorazione delle carni, proprio nel momento in cui molte aziende avicole fallivano per non aver attuato il ciclo completo dal pulcino al prodotto finito. Nel 2008 Fileni fa un passo importante per la propria espansione avviando la produzione nel nuovo stabilimento di Castelplanio. I lavoratori  arrivano a quota 1600 unità: proprio a loro viene dedicato il terzo bilancio sociale dell’azienda, pubblicato nel 2008.

Fileni si conferma oggi come terzo player nazionale nel settore delle carni avicole e primo produttore in Italia di carni bianche da agricoltura biologica.