IBM Watson AI XPrize: sei aziende italiane candidate

Italia al secondo posto in Europa per candidature ricevute

Sei eccellenze italiane selezionate per partecipare all’IBM Watson AI XPrize, una delle più importanti competizioni mondiali per startup che mette in palio 5 milioni di dollari per promuovere i progetti più innovativi nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale.

La selezione delle sei aziende italiane è stata curata da Emilia Garito, Ceo di Quantum Leap, nominata Ambassador del progetto dalla Fondazione XPrize, con l’incarico di individuare in Italia realtà imprenditoriali e accademiche appartenenti al settore dell’Intelligenza Artificiale impegnate nello sviluppo di progetti finalizzati a migliorare la qualità della vita, di seguirle nei 3 anni della competizione internazionale e di costruire l’ecosistema nazionale dell’intelligenza artificiale del nostro Paese. L’attività svolta ha visto la struttura di Quantum Leap attivamente impegnata nella valutazione di idee progettuali innovative. Cinque mesi di convocazioni, incontri, un costante lavoro di ricerca di qualità, che ha portato alla selezione di 6 startup e alla mappatura delle competenze dell’ecosistema nazionale dell’Intelligenza Artificiale.

Grazie alle startup selezionate l’Italia ha ottenuto il secondo posto in Europa, dopo il Regno Unito per candidature ricevute e il quarto posto nel mondo, dopo Stati Uniti, Canada e Australia.Un mercato che sta crescendo in tutto il mondo e che è estremamente pervasivo perché interessa vari settori: dal manifatturiero all’automotive, dal finance all’healthcare, dal digital marketing ai media.

 

Cos’è la Fondazione XPrize – IBM, con la sua Fondazione Watson, è tra le varie aziende partecipanti al contest organizzato da Fondazione XPrize, una delle maggiori organizzazioni internazionali votata a promuovere lo sviluppo dell’innovazione attraverso la formula di una competizione globale: una gara planetaria di idee e di soluzioni innovative. Sono diversi i premi in palio. E diverse le aziende che li sponsorizzano. IBM, che da anni ha sviluppato la Fondazione Watson per investire in “cognitive computing” e Intelligenza Artificiale, ha scelto di sostenere con un premio una ricerca mirata a individuare nuovi progetti di Intelligenza Artificiale rivolti al miglioramento delle condizioni di vita nei campi della salute, dell’educazione, dell’energia e dell’ambiente.

Il percorsoIBM Watson AI XPrize è una competizione che si svilupperà nel corso di tre anni, con quattro round di confronto e dimostrazioni successive. Il percorso è stato avviato a fine 2016 e il primo step si è concluso il 19 gennaio 2017, deadline per le iscrizioni al premio. Per accelerare la fase di divulgazione e individuazione delle startup e per avere maggiore garanzia della preliminare selezione delle stesse, sono stati scelti dalla Fondazione degli “Ambassador” che a loro volta individueranno gli sfidanti: tutti esperti, sviluppatori, innovatori di sistemi di software nel mondo dell’Intelligenza Artificiale. Fonte: Economy Up