piero lissoni parco oakridge vancouver

Un prestigioso nuovo incarico per Piero Lissoni: progettare gli interni di una torre residenziale nel parco Oakridge di Vancouver

C’è anche l’architetto e designer italiano Piero Lissoni, nomination di Eccellenze Italiane 2022, tra i professionisti scelti dalla società Westbank per lo sviluppo del parco Oakridge di Vancouver. L’obiettivo della Westbank è stato quello di trasformare il sito di un vecchio centro commerciale in uno spazio di comunità di 420.000 metri quadrati. Il complesso, posto alla periferia della città, comprende 10 torri a uso misto (residenze, uffici e spazi commerciali). Il parco, il cui completamento è previsto nel 2027, ospiterà, tra l’altro, una biblioteca, un’accademia d’arte, un centro civico, una sala per concerti dal vivo, un centro per anziani, una struttura per l’infanzia e un centro commerciale. Completamente sostenibile, con impianto combinato in grado di ridurre le emissioni di gas serra di oltre il 68%, ha anche un programma per il risparmio idrico, il riciclo delle acque grigie per l’irrigazione e un impianto per la produzione di energia dalla luce solare.

“Il progetto Oakridge di Westbank è stato incredibilmente attraente per me a causa della portata delle sue dimensioni e delle ambizioni di trasformare la città e la vita urbana a Vancouver –  ha dichiarato Piero Lissoni a Dezeen – Il progetto comprende attività commerciali, residenziali, spazi verdi e comunitari destinati ad arricchire la vita di coloro che occuperanno questa zona. Sono stato anche attratto dal fatto che questo progetto sta riunendo così tanti talenti da tutto il mondo per contribuire a creare un ambiente unico in una delle più grandi città del mondo”.

Piero Lissoni è stato selezionato per progettare gli interni dell’edificio più alto del complesso, il Quattro, la cui forma ricurva si assottiglia verso l’alto. Una gigantesca lastra di vetro si ripiega sulla cima della torre, mentre le terrazze fasciano ogni piano. Il progetto comprende le residenze situate ai piani dal 28 al 41, la hall, i servizi e il giardino sul tetto. Westbank ha reso noto il design di Lissoni, chiamato “Piero Lissoni x Oakridge Palazzi”, per  promuoverlo e attirare nuovi acquirenti.

Il rendering mostra un’estetica minimalista, essenziale, dove prevalgono i toni neutri del mobili in legno oppure bianchi, colonne e pareti bianche e ancora legno sui pavimenti a spina di pesce. “L’approccio progettuale di Lissoni –  hanno dichiarato alla Westbank – è stato interamente influenzato dalla vicinanza e dalla connettività con la bellezza e la singolare topografia offerta dal Pacifico Nord-occidentale: le fitte foreste, la varietà degli alberi e le maestose cime delle montagne, visibili non appena la nebbia si interrompe”. Le unità sono arredate con mobili di B&B Italia, Boffi e Miele, in legno chiaro, tonalità bianche e più scure.

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email