Paolo Crepet

Paolo Crepet, un grande nome della psichiatria italiana nel novero delle nostre nomination 2022

Un nuovo, prestigioso nome, per questa VI edizione di Eccellenze Italiane: con grande orgoglio comunico che tra le nomination di questo 2022 abbiamo lo psichiatra, sociologo, educatore, scrittore, saggista e divulgatore Paolo Crepet. Già docente universitario, specializzato nel campo dell’epidemiologia psichiatrica e della psichiatria sociale, Paolo Crepet è anche un noto volto televisivo, spesso ospite di trasmissioni di approfondimento e talk show, a cui partecipa come opinionista ed esperto su tematiche pertinenti all’ambito della famiglia e del disagio sociale in genere.

Laureatosi in Medicina nel ‘76 e poi in Sociologia nell’80, nell’85 si è specializzato in Psichiatria. Dopo aver lavorato all’ospedale psichiatrico di Arezzo, uno dei famosi “manicomi aperti”, lascia l’Italia e, prima di trasferirsi in India, lavora in varie nazioni, tra cui Danimarca, Regno Unito, Germania, Svizzera e Repubblica Ceca.  Docente in Canada, Brasile e USA, in Italia collabora con Franco Basaglia, che gli propone di seguirlo a Roma.

Dopo la seconda laurea in sociologia, scrive vari testi su temi di rilevanza sociale molto legati alla psichiatria, collaborando con diverse istituzioni su progetti e ricerche importanti, ma non interrompe mai la sua intensa attività di scrittore e divulgatore. Impegnato per anni sui temi dei problemi giovanili, del suicidio, della disoccupazione e del disagio sociale, dall’89, per un certo periodo ha insegnato Psichiatrica Sociale presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli e Culture e linguaggi giovanili presso il corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Siena.

In oltre quarant’anni di carriera ha scritto numerosi libri, articoli scientifici e romanzi, tra cui ‘Oltre la tempesta. Come torneremo a stare insieme’, la sua ultima fatica letteraria, edita nel 2021 da Mondadori, casa editrice per cui ha già pubblicato diversi volumi.

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email